di Gabriella Zagaglia – Supervincitore – sezione poesia 2017

Si diploma in maturità artistica a 18 anni e in seguito si laurea in Fisioterapia specializzandosi poi in Psicomotricità e Arte terapia a Parigi con il massimo dei voti. Consegue importanti premi: primo premio Confcommercio “Marguttiana” 2009, nel 2011 come “artista designata” alla realizzazione “Manifesto città di Macerata” e nel 2012 primo premio giuria popolare. Partecipa al Concorso 50&Più per la prima volta. Vive a Pollenza (Mc).

Gabriella Zagaglia

I vecchi

I vecchi sono duttili, come l’acqua.
Colmano letti e sedie: ne assumono la forma.
Docili si abbandonano, con ossa deformate
e carne increspata, al nucleo della terra.
I vecchi non si specchiano più,
incespicano e affondano su larghe pantofole.
Hanno mani arse e gentili, ridono mentre piangono
e si perdono dentro il giorno.
I vecchi tornano sempre, quando è ora di morire,
ma non hanno più né parole, né voce
e il tuo ascoltarli, è già preghiera.