VITTORIO VIVIANI e
FIORELLA MAGRIN

docenti del laboratorio di lettura ad alta voce

5 CONSIGLI PER
“ASPIRANTI ATTORI”

  1. Respira, mettiti a tuo agio e rilassati
  2. Familiarizza con ciò che devi leggere
  3. Leggi con passione
  4. Parla chiaramente
  5. Non preoccuparti degli errori

Vittorio Viviani, attore, chansonnier e regista, dopo aver debuttato a teatro con Luigi Squarzina, lavora, tra gli altri,  con Gianfranco De Bosio, Luigi Proietti, Giorgio Albertazzi, Massimo Troisi, Mario Monicelli, Ettore Scola, Tony Bertorelli, Maurizio Scaparro, Sergio Fantoni, Giancarlo Sepe, Michele Mirabella, Attilio Corsini, Ugo Gregoretti, Peter Stein. Partecipa a numerose produzioni televisive e cinematografiche tra cui Crimini bianchi di Alberto Ferrari, Elisa di Rivombrosa di Cinzia Th Torrini, L’onore e il rispetto di Salvatore Samperi, Assunta Spina di Riccardo Milani, Un medico in famiglia di Elisabetta Marchetti e Braccialetti rossi di Giacomo Campiotti. Al cinema: Il padre delle spose, di Lodovico Gasparini, Questo è il mio paese, di Michele Soavi, Pensavo fosse amore… invece era un calesse di Massimo Troisi, Mille bolle blu di Leone Pompucci, Classe mista 3° A di Federico Moccia, Auguri professore i Riccardo Milani, Panni sporchi di Mario Monicelli, Amor nello specchio di Salvatore Maira, Fondali notturni di Nino Russo, Nella terra di nessuno di Gianfranco Giagni, Che strano chiamarsi Federico di Ettore Scola.

Per la RAI partecipa a programmi e varietà televisivi. Io parlo italiano di Gregoretti-Magrin-Viviani, Impariamo la Tv di Scancarello-Cipollitti, Vita da cani e Il grande gioco dell’oca di Jocelyn, Acqua calda di Gino Landi, Scusate l’interruzione di Amurri/Brunetta/Dandini, Aperto per ferie e L’Italia s’è desta di Michele Mirabella. Ha inciso un disco con le sue canzoni dal titolo Song o not Song, edito da Bubble Record di Franco Bixio distribuito dalla Delta Disc. Il disco è stato in lizza per il Premio Tenco 2003 e ha vinto il Premio Comune di Roma/ Personalità Europea. Si misura inoltre in vario modo con il teatro sperimentale, musicale e con il cabaret.

Fiorella Magrin, nata a Milano, diplomata attrice alla scuola del piccolo teatro di Milano, lavora in prestigiose compagnie e con attori di spicco (Vitti, Falk, Gastone Moschin, Flavio Bucci…). In seguito inizia a collaborare come autrice Rai di vari programmi (Bravo chi legge, Seconda Serata e varietà in diretta dal Teatro delle Vittorie…) e con Mediaset (la soap Vivere e varie fiction), continuando per altro a recitare nella fiction Rai Un medico in famiglia. Da tempo tiene corsi di recitazione per aspiranti allievi all’Accademia “Silvio D’Amico” e al centro sperimentale.

Perché leggere a voce alta?
Per la meraviglia

Pennac

Leggere per raccontare  è il nuovo laboratorio nato per insegnare a leggere per gli altri e per se stessi, creando un senso d’insieme. E’ un leggere divertendosi e divertendo, perché si gioca cambiando il tono della voce, muovendo il corpo, modificando l’espressione del viso a seconda dei personaggi e dei momenti della storia.

Il senso d’insieme che si crea è dovuto alla relazione tra chi legge e chi ascolta e agli effetti benefici della lettura ad alta voce. E’ scientificamente provato come le emozioni che nascono dalla lettura influenzino i processi cognitivi, memoria, percezione e decisioni. Corpo e mente reagiscono in maniera più attiva. In vari Paesi sono nate iniziative di lettura ad alta voce e anche 50&Più è al passo coi tempi.

Ti interessa questo laboratorio?